Vuoi scoprire come spiare WhatsApp? Ebbene, sappi che esistono diversi metodi e diversi tool che ti permettono tutto questo. Senza poi considerare le varie tecniche alternative, che possono adattarsi più o meno a tutte le esigenze possibili e immaginabili.

Questa app di instant messaging da un lato è molto sicura, in quanto utilizza il ben noto sistema di cifratura “end to end”. Dall’altro, però, è anche potenzialmente “forabile”, nel senso che con gli accorgimenti giusti è possibile spiare le sue conversazioni. Non devi comunque preoccuparti, perché oggi ti spiegheremo nel dettaglio come monitorare WhatsApp di qualcuno.

Spiare WhatsApp

Prima di vedere come spiare questa app di messaggistica, è bene che tu sappia una cosa: “spiare” è un termine un po’ generico, perché con le applicazioni giuste è possibile reperire qualsiasi informazione che passa attraverso questa app di instant messaging.

Non solo, perché potrai farlo dal PC, ad esempio riuscendo ad avere accesso diretto all’account della persona da spiare. Detto ciò, vogliamo dirti una cosa prima di proseguire: spiare uno smartphone non è legale in Italia, a meno che tu non abbia intenzione di capire cosa fanno i tuoi bambini. Dunque, se usi queste informazioni per altri scopi, lo fai a tuo rischio e pericolo.

Come spiare WhatsApp con le app spia

Come spiare WhatsApp con le app spia

Il sistema in assoluto più indicato per monitorare WhatsApp è usare le app spia nate per questo scopo. A tal proposito, ti consigliamo di leggere questa nostra guida su come spiare una conversazione su WhatsApp con gli spyware. Qui troverai tutte le informazioni che ti servono per conoscere quali sono le app più indicate per questa app di messaggistica, come funzionano e quali opzioni ti mettono a disposizione.

Spiare WhatsApp di un altro numero dal PC

Spiare WhatsApp di un altro numero dal PC

Si comincia con un capitolo molto importante e interessante, ovvero la possibilità di spiare le conversazioni di un utente dal tuo PC di casa. Questa opportunità ti viene data dalla presenza di due tools che puoi usare sul computer: si tratta di WhatsApp Web e di WhatsApp Desktop.

La prima è una piattaforma che puoi usare accedendovi tramite il tuo browser, che ti consente di collegarti ad un account WhatsApp via web. Il secondo, invece, è un software che fa praticamente la stessa cosa.

Spiare WhatsApp gratis: Usa con questi sistemi

Il “baco” che ti permette di spiare le conversazioni altrui è molto semplice, e viene dato dal particolare sistema di log in di questi due tool. Nella fattispecie, per poterti connettere ad un account basta prendere il tuo smartphone, fotografare il QR Code e ottenere così l’accesso a WhatsApp da PC.

È un sistema pensato per facilitare la vita a chi desidera avere accesso al proprio WhatsApp anche da PC, ma ha fornito involontariamente anche un mezzo per spiare gli account altrui. È ovvio che, per poter sfruttare questo trucco per spiare WhatsApp dovrai avere fisicamente fra le mani il cellulare della persona che vuoi spiare. Questo perché dovrai inquadrare il codice QR da quel dispositivo.

Inoltre, c’è un altro dettaglio che dovrai curare. Dalle impostazioni di WhatsApp Web o Desktop dovrai selezionare l’opzione “Rimani connesso”. Solo in questo modo potrai accedere all’account spiato in qualsiasi momento tu voglia, perché tutte le volte non ti verrà più richiesto di scansionare il codice QR dal cellulare.

È ovvio che esistono molti sistemi per controbattere questa tua tecnica, ma è altrettanto ovvio questo: se l’utente non sa di essere spiato, non potrà mai pensare al fatto che il problema sta nelle impostazioni di WhatsApp Web. Quindi non andrà mai a modificarle a sua volta, lasciandoti libero di accedere e di monitorare le sue conversazioni quando ti pare. Considera che questo è l’unico sistema per spiare l’app di messaggistica senza spendere un euro.

Spiare WhatsApp conoscendo il numero e il MAC Address

WhatsApp ha un sistema anti-clonazione abbastanza efficace, ma con dei limiti fisici. Nello specifico, è bene chiarire come funziona questo sistema, prima di poter capire come fare per poterlo infrangere.

Come sicuramente saprai già, WhatsApp impedisce a due numeri di usare lo stesso account. È abbastanza ovvio che sia così, visto che ogni utente dev’essere collegato ad un certo numero di telefono. Allo stesso modo, la nota app di messaggistica istantanea ti impedisce di far girare WhatsApp su due dispositivi diversi, e in simultanea.

Ciò vuol dire che tu potresti anche attivare WhatsApp sul tuo cellulare, inserendo il numero di telefono della persona che vuoi spiare. A questo punto ti verrà richiesto di inserire il codice di attivazione, che naturalmente arriverà sul numero che hai indicato. Avendo a portata di mano il cellulare da spiare, puoi prendere il codice di attivazione e inserirlo sul tuo telefono.

Cosa succede adesso? Sei riuscito ad attivare l’app sul tuo cellulare, ma facendo così l’avrai anche disattivata sull’altro device. Non solo non potrai spiare alcunché, ma quando l’altro utente riattiverà sul proprio smartphone l’app tu ti ritroverai con un pugno di mosche.

Come puoi ben vedere, questa strada non è percorribile, a meno di non conoscere il MAC Address dello smartphone da spiare. Di cosa si tratta? L’indirizzo MAC è un codice univoco che appartiene a qualsiasi smartphone, e serve per identificare il suddetto. Diciamo che funziona un po’ come un codice fiscale, dunque un qualcosa che può appartenere solo ad un dispositivo.

WhatsApp utilizza il MAC Address per capire chi sta usando quell’account dell’app, e per impedire che qualcuno possa clonarlo su un altro cellulare. Se tu conosci il numero MAC di quel dispositivo, però, puoi prendere in giro l’app e fargli credere che tu sei effettivamente il proprietario di quell’account.

In questo modo risolvi il problema della non-possibilità di usare lo stesso account su più dispositivi: questo perché, di fatto, WhatsApp crederà che la sta usando soltanto un cellulare. Questa è una tecnica nota come “MAC Spoofing”, e non è assolutamente complessa.

Usare il MAC Spoofing

Capire come spiare WhatsApp con il MAC Spoofing, come detto, non è molto complicato. Però esistono dei passaggi che dovrai obbligatoriamente seguire, e che è bene spiegare con chiarezza. Ecco perché, qui di seguito, ti forniremo tutti gli step che dovrai conoscere.

  1. La prima cosa che devi fare è avere a portata di mano il cellulare che vuoi spiare. Questo è necessario per poter accedere alle impostazioni, e per poter conoscere il MAC Address del dispositivo che ospita WhatsApp.

 

  1. A questo punto devi andare sul menù Impostazioni, poi su Informazioni (o Info del telefono), poi su Indirizzo Wi-Fi. Su Android, invece, devi seguire questo iter, poi andare su Stato e infine su Indirizzo Wi-Fi. Il MAC Address è composto da coppie di numeri e lettere, suddivise da due punti (“:”).

 

  1. Ora dovrai appuntarti l’indirizzo MAC di quel cellulare, e utilizzarlo sul tuo telefono. Qui le cose si complicano un po’, perché dovrai scaricare e installare una specifica app per mascherare il tuo MAC Address, e per poterlo sostituire con quello della persona da spiare. Su iPhone puoi usare SpoofMAC, mentre su Android puoi usare BusyBox. Considera, comunque, che le suddette app possono essere utilizzate solo effettuando il root o il jailbreak del dispositivo.

 

  1. Una volta che avrai rootato il tuo device, e mascherato correttamente l’indirizzo MAC, dovrai installare WhatsApp usando il codice di attivazione del numero da spiare. In sintesi, dovrai avere fra le mani il cellulare da spiare, per poter prendere il codice di attivazione inviato da WhatsApp.

Con il MAC Address e Wi-Fi Sniffing

Potresti avere delle difficoltà con il sistema visto poco sopra. Non tanto per il suo funzionamento, quanto piuttosto per via del fatto che non riesci a mettere le mani su quel cellulare da spiare.

Di conseguenza, se non ci riesci non puoi ottenere il MAC Address. Puoi superare questo problema con una seconda tecnica, nota come Wi-Fi Sniffing: puoi attuare quest’ultima solo se il dispositivo che vuoi spiare è connesso alla tua stessa rete Wi-Fi. Questo può accadere quando il proprietario è in casa, e gli hai concesso la possibilità di navigare con la tua rete.

La tecnica funziona con assoluta certezza, perché hai la possibilità di intercettare qualsiasi tipo di informazione che transita attraverso quella rete. Ciò vuol dire che puoi facilmente scoprire il MAC Address di qualsiasi device collegato alla tua connessione domestica.

Per farlo dovrai solamente andare sul PC Windows, fare click sull’icona della connessione Wi-Fi, e andare su “Apri centro di rete e di condivisione”. Fatto questo, dovrai cliccare sulla voce “Modifica impostazioni dell’adattatore”, e poi cliccare con il tasto destro del mouse sulla scheda di rete. Ora ti basta andare prima su “Stato” e in seguito su “Dettagli”: qui potrai trovare il MAC Address sotto la voce “Indirizzo fisico”. Su Mac, invece, devi andare su “Preferenze di sistema”, “Rete”, “Avanzate” e infine su “Hardware”.

A questo punto dovrai seguire le medesime procedure che ti abbiamo illustrato per il MAC Spoofing. Considera, però, che non potrai evitare di inserire il codice di attivazione per WhatsApp. In sintesi, dovrai comunque riuscire a prendere il telefono della persona che vuoi spiare.

Come spiare i messaggi su WhatsApp con lo sniffing

Infine, potrebbe sorgerti questa domanda: perché non posso spiare WhatsApp con il semplice WiFi Sniffing, se tutti i dati transitano dalla mia rete? La risposta è questa: come ti abbiamo detto poco sopra, l’app è dotata di un sistema di crittografia noto come end to end.

In sintesi, ogni messaggio viene codificato e apparirebbe illeggibile, se catturato con lo sniffing. Se non ci credi, puoi provarci e farlo scaricando una app come WireShark: ti renderai conto del fatto che questo sistema non funziona con WhatsApp.

Quindi spiare gratuitamente questa app è possibile, dato che tools come WhatsApp Web e Desktop non costano un solo centesimo di euro. Anche il sistema del MAC Address ti permette di monitorare le conversazioni in via del tutto gratuita.

Viceversa, le app per lo sniffing generalmente costano qualcosa, e comunque non sono utili per via del sistema di crittografia end to end di questa applicazione di instant messaging.

Anche le app spia costano, ma rappresentano un investimento sicuro: rappresentano in assoluto il metodo più professionale per spiare un cellulare. Questo perché ti consentono di monitorare tanti altri aspetti, come ad esempio i social, gli SMS, i file del dispositivo e molto altro.

Spiare conversazioni WhatsApp: conclusioni

In questo articolo ti abbiamo spiegato come spiare WhatsApp, e come farlo tramite diversi sistemi come lo spoofing del MAC Address e lo sniffing WiFi. Naturalmente ti abbiamo accennato anche alla possibilità di monitorare WhatsApp usando le app spyware.

Ecco perché ti suggeriamo di consultare il nostla nostra classifica dei software spia per cellulari. Considera che questo è l’unico sistema per poter ottenere dei risultati di grande livello, anche se dovrai studiarlo un po’ per poterlo mettere in pratica.