Stai cercando le migliori app per controllare il cellulare dei tuoi figli? In questo articolo troverai una guida completa sulle più performanti.

Il controllo del cellulare dei figli oggi si presenta come un’operazione indispensabile, soprattutto se hai a cuore la loro sicurezza e desideri proteggerli dai rischi.

Queste app sono infatti dotate di una serie di funzioni molto utili, come ad esempio la geofence, che ti avvisa se e quando il ragazzo esce da una determinata zona, sfruttando il GPS del suo telefono. Sicuramente saprai già che l’adolescenza è un momento molto particolare, e che i ragazzi tendono a fare i ribelli e ad agire di testa propria, magari frequentando le persone sbagliate.

Con una applicazione ad hoc, però, potrai sempre monitorarli.

Le migliori app per controllare il cellulare dei figli

  1. MSpy

MSpy può essere considerata come la regina delle app spia, di conseguenza si tratta di una delle opzioni più scaricate in assoluto. Se desideri controllare la posizione del cellulare dei tuoi figli, questo piccolo prodigio potrebbe fare proprio al caso tuo. Cos’è e come funziona MSpy?

Si parla di un applicativo ricco di funzioni, come la possibilità di controllare la posizione del cellulare tramite le coordinate GPS. In sintesi, potrai ricevere un messaggio con queste ultime, così da sapere sempre dove si trova il ragazzo.

In realtà le funzioni disponibili sono decisamente più numerose, e svariano dal controllo dei messaggi inviati e ricevuti su app come WhatsApp, allo studio delle conversazioni su Messenger. Inoltre, potrai visionare tutti i file multimediali presenti su quel telefono, il che include anche le foto, i messaggi audio e ovviamente i video.

Non si finisce qui, perché MSpy consente di consultare anche il registro delle chiamate inviate e ricevute, e di farlo da remoto, dunque comodamente seduto sulla poltrona di casa. Dai uno sguardo alla nostra recensione per capire bene come funziona Mspy.

  1. FlexiSpy

Fra le migliori app per controllare il cellulare dei figli troviamo anche FlexiSpy, la cui qualità eguaglia quella di MSpy. Anche le funzioni a tua disposizione sono tutto sommato simili, di conseguenza potrai usarla per controllare i registri delle chiamate e i messaggi. Ma questo applicativo nasconde moltissime sorprese, uniche nel loro genere.

Potrai ad esempio usarlo trasformando lo smartphone in una sorta di microspia, dunque per captare i suoni ambientali sfruttando il microfono integrato del dispositivo. Per farlo ti basta selezionare dal tuo pannello di controllo l’opzione SpyCall.

Si tratta di una delle pochissime applicazioni che ti permette questa forma di controllo, e inoltre potrai ascoltare e registrare persino le telefonate. In questo modo saprai sempre con chi comunica tuo figlio, e quali sono i contenuti delle sue conversazioni.

Si tratta di un’opzione molto preziosa per capire se si sta mettendo in qualche pasticcio, o per proteggere la sua privacy. In secondo luogo, FlexiSpy è compatibile con tutti i sistemi operativi più diffusi, da iOS fino ad arrivare ad Android. DAi anch euno sguarda al nostro articolo di approfondimento che ti spiega come funziona FlexySpy.

  1. IkeyMonitor

Il terzetto di testa viene chiuso da IkeyMonitor, un’altra app fondamentale se ti stai chiedendo come controllare la posizione del cellulare dei tuoi figli. Di cosa si tratta?

Condivide molte delle caratteristiche già analizzate in precedenza, come nel caso del monitoraggio delle chat del ragazzo su WhatsApp e Facebook, insieme alla registrazione delle telefonate in ingresso e in uscita, tramite il microfono dello smartphone. Inoltre, essendo dotata di funzione geofencing, ti dà la possibilità di fissare una “zona di confine” e di ricevere un alert se tuo figlio la oltrepassa.

Dato che si tratta di una delle migliori applicazioni spia attualmente sul mercato, è chiaro che le funzioni speciali non terminano qui. Questo applicativo integra infatti una serie di opzioni molto avanzate difficilissime da trovare altrove.

Per farti qualche esempio pratico, IkeyMonitor ti dà la possibilità di bloccare il cellulare o l’uso delle app dopo un certo periodo di tempo prestabilito, per limitare l’utilizzo del dispositivo da parte del ragazzo. Infine, grazie a questo programma è possibile ricevere tutte le notifiche via mail e registrare l’audio ambientale, tramite il microfono del telefonino.

  1. AdenSpy

Nel campo dei software di sorveglianza dei cellulari, AdenSpy sarà forse meno famoso rispetto agli altri, ma rappresenta un’assoluta garanzia di qualità. Questa app per controllare il cellulare dei figli, infatti, ti mette a disposizione una pletora di funzioni molto avanzate.

Facciamo ad esempio riferimento alla registrazione dell’audio ambientale tramite il microfono del telefono, così da capire dove si trova il ragazzino. Inoltre, questo programma per spiare riesce a captare le coordinate geografiche della posizione del ragazzo, come sempre attraverso il modulo GPS integrato nel telefono.

Le buone notizie non finiscono qui, perché AdenSpy.me ha una funzione probabilmente unica nel suo genere. Funziona infatti come una vera e propria telecamera di sorveglianza, ma speciale: nel senso che registra tutto ciò che accade sul display del cellulare, in modo tale da darti la possibilità di capire esattamente come lo usa tuo figlio.

Se ad esempio gli hai chiesto di non giocare coi videogiochi a scuola, o di non messaggiare con certi amici, grazie alla registrazione potrai sapere se ha rispettato o meno le tue regole.

  1. Cerberus

Pur non essendo una vera e propria app spia, Cerberus è un applicativo fantastico per il controllo del cellulare dei figli. È diverso rispetto agli altri visti poco sopra, dunque richiede un po’ di tempo per essere impostato a dovere, così da farlo funzionare come “segugio” per monitorare i tuoi ragazzi (nasce, infatti, come app antifurto).

Al pari degli altri applicativi spia, Cerberus una volta installato opera in background, quindi è del tutto invisibile e impossibile da smascherare, anche se bisogna configurarlo selezionando l’opzione apposita.

Cosa fa nello specifico Cerberus? Le funzioni sono moltissime, e includono ad esempio la possibilità di controllare il cellulare in remoto, dunque a distanza. Così facendo, puoi leggere le conversazioni, visionare i file e in linee generali attivare qualsiasi funzione del dispositivo. Inoltre, si tratta di un vero e proprio tracker, di conseguenza è in grado di monitorare la posizione geografica del telefono tramite il GPS integrato del cellulare. Di riflesso, Cerberus è un’ottima app per controllare la posizione del cellulare dei tuoi figli.

  1. Mobile Fence

Come controllare il cellulare dei figli? Mobile Fence può darti una risposta di grande qualità, visto che integra un po’ tutte le funzioni viste in precedenza. Come suggerisce il suo stesso nome, questo applicativo spia è dotato di funzione geofencing: vuol dire che ti permette di impostare un “recinto virtuale” e di ricevere un avviso se il cellulare lo supera. Per farti un esempio concreto: sospetti che tuo figlio all’uscita dalla scuola entri in zone malfamate? Con questa funzione saprai sempre se supera i confini delle aree sicure, e potrai quindi agire di conseguenza.

Mobile Fence può essere considerata come una delle spy app più complete in assoluto, e ha alcune funzioni progettate specificatamente per il controllo degli adolescenti e dei bimbi.

Ti parliamo ad esempio della possibilità di limitare il loro uso dello smartphone, bloccando l’avvio delle applicazioni proibite e impedendo l’accesso ai siti web in lista nera. In secondo luogo, questo software spia è ovviamente capace di intercettare la posizione geografica del cellulare in qualsiasi momento. Infine, possiede una serie di tool di analisi che ti danno la possibilità di sapere con precisione matematica cosa fa il ragazzo con il suo telefono.

  1. Lookout

Il controllo del cellulare dei figli è un’operazione che può contare su un altro protagonista di assoluta affidabilità, ovvero Lookout. Si tratta però di un applicativo più basilare rispetto agli altri visti oggi, basato essenzialmente sulla geo-localizzazione del telefonino e su una serie di funzionalità antifurto.

Naturalmente potrai utilizzarlo per controllare il ragazzino, usando così le varie funzionalità che ti mette a disposizione. Nello specifico, facciamo riferimento alla funzione per controllare le app in uso (App Monitor). Chiaramente non è possibile metterlo a confronto con gli altri, proprio perché possiede molte limitazioni.

Di contro, si tratta di una soluzione alternativa intelligente e funzionale, e inoltre è anche gratuita. Ad ogni modo, però, tutte le funzioni più interessanti sono disponibili soltanto a pagamento, sebbene il prezzo sia irrisorio rispetto alle altre app spia viste oggi.

Occorre ripetere che non si tratta di uno strumento professionale, visto che non permette di registrare le telefonate o di utilizzare il microfono del cellulare come microspia ambientale. Le altre funzioni sono poco interessanti per i tuoi scopi, come l’antivirus integrato e la possibilità di fare il backup dei dati del dispositivo.

Le app per limitare l’accesso ai contenuti

Ora che sai come controllare il cellulare dei tuoi figli, compresa la posizione GPS, l’audio ambientale e i messaggi, potresti trovare interessanti altre app particolari.

Queste ultime non possono essere sempre considerate dei veri e propri applicativi spia, in quanto spesso vengono progettate per uno scopo specifico: limitare l’accesso ai contenuti di un certo tipo sul telefonino del ragazzo. Per farla breve, gli impediscono di aprire certi siti o certe app, insieme ad altre funzionalità interessanti.

Spazio Bimbi Parental Control: disponibile solo per Android, questa app impedisce l’accesso alle applicazioni e ai siti che hai messo in black list. Inoltre, consente di bloccare le chiamate e la ricezione dei messaggi, insieme alla possibilità di settare un timer per bloccare il funzionamento del dispositivo dopo un certo lasso di tempo.

Kid’s Shell: si tratta di un vero e proprio scudo per proteggere la privacy dei ragazzi. Nella fattispecie, permette l’uso esclusivamente delle app approvate dai genitori, e lo stesso vale per l’accesso ai siti web. In pratica, crea una vera e propria comfort zone dalla quale il bambino non potrà uscire.

Qustodio: questo applicativo è stato progettato per impedire come sempre l’accesso del ragazzino ai contenuti che consideri non adatti a lui. Inoltre, ti dà la possibilità di monitorare le sue attività sui social, di geolocalizzare il telefonino, di bloccare le chiamate e di controllarle. In sintesi, una vera e propria “custodia” per la loro sicurezza.

Norton Family: la nota software house specializzata in antivirus ha realizzato una app spia ricca di moltissime funzioni interessanti. Norton Family ti permette ad esempio di controllare la messaggistica del ragazzo, la cronologia del browser (quindi i siti che visita), i social e molto altro ancora.

KidLogger: altro giro, altra corsa, altro sistema per capire come controllare il cellulare dei figli. KidLogger ti consente di monitorare le attività del ragazzino sui social network, le applicazioni utilizzate e il tempo passato al cellulare. Purtroppo si tratta di un semplice monitor, quindi non possiede alcuna funzione per bloccare le attività sgradite o per impedire l’accesso a siti o app specifiche.

AppLock: AppLock, al contrario, è un software che nasce appositamente per bloccare certe attività svolte dal ragazzo sul proprio telefono. Per farti alcuni esempi concreti, l’applicativo in questione ti permette di impostare un blocco d’accesso alla email, ai contenuti multimediali, al web e ai social network.

Screen Time Parental Control: chiudiamo questa lunga lista di app per controllare il cellulare dei tuoi figli con Screen Time Parental Control. Grazie a questo programma potrai verificare per quanto tempo usa il cellulare, quali sono le app che utilizza e la cronologia del browser.

Controllo del cellulare dei figli gratis: è possibile?

Alcune app molto basiche ti mettono a disposizione certe funzioni gratuitamente, ma queste ultime sono quasi inutili per il controllo del cellulare dei figli. Le applicazioni che nascono per questo scopo, infatti, sono molto più complesse e a pagamento.

Potrai sempre approfittare di un periodo di prova gratuito per vedere se ti piacciono e come funzionano, ma alla scadenza (se vorrai continuare ad usarle) dovrai pagarle. Ti assicuriamo però che ne vale la pena, perché la sicurezza dei bambini non ha prezzo.